Mentre le scuole europee lavorano al miglioramento dell'igiene e alla gestione del contagio, molti, nell'interesse della sicurezza degli studenti e del personale, sono alla ricerca di migliorie a breve termine che abbiano un potenziale di lungo periodo. Scopri in quest'articolo alcune delle soluzioni più efficaci.

Many schools around the world are looking for ways to keep viruses and bacteria at bay

A seguito della pandemia di Covid-19, temendo che le scuole potessero rivelarsi dei focolai, in molti casi sono stati subito avviati sforzi per la sicurezza di studenti e personale. I bagni sono stati puliti più spesso, le superfici sono state regolarmente disinfettate e ad allievi e personale è stato raccomandato di lavarsi le mani con costanza.

Anche se la ricerca condotta dal New York Times sia in Gran Bretagna sia negli Stati Uniti a novembre del 2020 ha evidenziato come la riapertura delle scuole non abbia alimentato impennate nella trasmissione del virus, molte scuole del mondo, ciò nonostante, si stanno ingegnando per tenere distanti virus e batteri nel lungo termine, sia contro il Covid-19 sia contro una futura pandemia o l'influenza stagionale.

“Penso ci siano ormai prove abbastanza solide per affermare che le scuole possono aprire con animo sereno, a condizione che vengano adottati validi piani di sicurezza”, ha dichiarato al New York Times il dr. Michael Beach, scienziato senior presso i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Di cosa si occupano, dunque, i piani di sicurezza? Tutti sappiamo ormai che l'OMS ritiene lavarsi le mani la misura numero uno che amministratori scolastici, insegnati e personale devono promuovere. Mantenere le mani pulite è però solo uno dei molti modi di prevenire malattie.

Oltre ai cambiamenti operativi rapidi – pulire le superfici e lavarsi le mani – molte scuole stanno apportando anche cambiamenti a breve termine di natura progettuale, che hanno già prodotto un miglioramento dell'igiene e ridotto il rischio di contagio nel lungo periodo.

Diamo uno sguardo ai cambiamenti in atto nelle nostre scuole.

 

I miscelatori touchless favoriscono l'igiene delle mani molto di più dei miscelatori manuali.I miscelatori touchless favoriscono l'igiene delle mani molto di più dei miscelatori manuali.

 

1. Ambienti interamente automatizzati

Per ridurre ulteriormente la diffusione dei microbi nocivi, le scuole stanno passando alla tecnologia touchless. Perché? L'80% circa delle malattie più comuni è trasmesso attraverso il contatto tra persone o toccando le stesse superfici.

I bagni delle scuole, potenziali sedi delle più alte concentrazioni di microbi nocivi, sono diventati il principale centro di interesse per i dispositivi touchless, fra cui i wc, i distributori di sapone e di asciugamani touchless e, ovviamente, i miscelatori touchless.


Un articolo scientifico pubblicato dalla rivista Canadian Journal of Microbiology ha evidenziato che, rispetto a quelli tradizionali, i miscelatori touchless migliorano in misura significativa l’igiene delle mani. Lo studio ha testato la presenza di batteri e virus su due tipi di miscelatori touchless smart e sui miscelatori manuali, riscontrando sui primi una proliferazione microbica nettamente minore.

Il passaggio ai miscelatori touchless per le toilette è un investimento relativamente facile che le scuole possono fare nel breve periodo; un investimento che permetterà non solo di limitare la diffusione dei microbi nocivi, ma anche di ridurre i consumi di acqua e le bollette energetiche nel lungo termine. La tecnologia Bluetooth incorporata, inoltre, semplifica la programmazione di risciacqui regolari automatici, che possono prevenire la formazione di microbi nocivi nell'acqua stagnante. Una funzione, questa, particolarmente utile in caso di futuri lockdown.

 

2.Uso dei materiali anti-batterici

Negli edifici scolastici sono presenti non poche superfici comuni – dai computer alle cattedre, ai tavoli, alle porte, ai servizi igienici –tutte potenziali fonti di diffusione dei microbi.

Oggi molte scuole, nella selezione dei tessuti e degli accessori, stanno dando la preferenza ai materiali facili da pulire e con proprietà anti-microbiche, cioè in grado di inibire la proliferazione dei microorganismi.

Per le porte – compresi, ad esempio, maniglie e maniglioni – sono sempre più usati il rame e le sue leghe (metalli, non rifiniture), data la loro capacità di distruggere un'ampia gamma di microorganismi. Sono materiali resistenti all'usura che uccidono naturalmente i batteri 24 ore al giorno 7 giorni alla settimana.

3. Impianti di condizionamento dell'aria e sostituzione delle finestre

Oltre al lavarsi le mani e alla pulizia delle superfici, è opinione comune che anche avere aria fresca e pulita possa dare un enorme contributo al rallentamento della diffusione del virus.

Le scuole stanno pertanto ammodernando gli impianti di condizionamento per favorire una circolazione rapida e una purificazione più frequente dell'aria. Altri, invece, stanno sostituendo le finestre di cattiva progettazione con quelle a due battenti, che catturano e deviano le correnti d'aria provenienti da varie angolazioni. 

Più cose il mondo apprende sul COVID-19 più sembra chiaro che i cambiamenti apportati alle nostre abitudini e al nostro ambiente edilizio sono destinati a restare. E mentre la pandemia volge al termine, che si spera arriverà presto, gli edifici automatizzati e ben ventilati continueranno a fornire un ambiente interno più sicuro, più salutare e più confortevole, a partire dalle scuole. 

SCOPRITE LE NOSTRE SOLUZIONI PER LA DOCCIA A RISPARMIO IDRICO

candle
Iscrviti

Per suggeimenti,
tendenze e consigli

mail iscriviti adesso

Articoli correlati

Scopri gli ultimi articoli e idee del mondo HANSA

chevronLeftCircle Tutti gli articoli
Risciacquo manuale vs. risciacquo automatico

Risciacquo manuale vs. risciacquo automatico

Il risciacquo manuale può richiedere tempo prezioso del personale addetto alle pulizie e dello staff, in particolare negli edifici pubblici di grandi dimensioni. E inoltre, troppo spesso viene...

chevronLeftCircle Prosegui
Igiene delle mani: come possono le istituzioni sanitarie usare i dati dei miscelatori per una migliore igiene delle mani?

Igiene delle mani: come possono le istituzioni sanitarie usare i dati dei miscelatori per una migliore igiene delle mani?

La maggior parte degli ospedali di oggi non ha altra scelta che affidarsi all'osservazione diretta e avere fiducia generale nel personale e nei visitatori per quanto riguarda il rispetto degli...

chevronLeftCircle Prosegui
Come orientare i clienti nella scelta di termostatici più sicuri

Come orientare i clienti nella scelta di termostatici più sicuri

Vi chiedono spesso consigli per un miscelatore che eviti ustioni e migliori l'igiene? Questa guida allora fa per voi.

chevronLeftCircle Prosegui

Iscriviti per ricevere la nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per accedere agli ultimi contenuti direttamente sulla tua casella di posta. Mensilmente ti invieremo, spunti, consigli, news e molto altro.